Archivi categoria: Brand reputation

imgres

Fox sposa i suoi telespettatori

Il noto network televisivo aumenta la sua brand fidelity 

Simpson e similari scendono in campo per sostenere con forza la propria casa madre al grido di:”  We love FOX!! “. Conseguentemente a ciò, la nota piattaforma televisiva ha edificato la nuova campagna comunicativa con la finalità di incrementare la propria brand positioning all’interno del mercato. 
La campagna è costituita da uno spot pubblicitario di durata di trenta secondi e trasmesso su tutti i canali della piattaforma FOX all’interno di SKY. Inoltre, questa campagna è coadiuvata dal supporto di pagine pubblicitarie su periodici, radio, affissioni, ecc. Ma il vero vantaggio competitivo in tal contesto è rappresentato dal fatto che la nota azienda televisiva rende partecipi i propri clienti garantendo loro la possibilità di essere selezionati per i prossimi spot tramite casting. 

Come afferma Alessandro Militi, direttore marketing dell’impresa, la nuova strategia lanciata vuole rimarcare il legame duraturo tra i consumatori e la nota organizzazione. 


Daniele O. 
imgres

La rivoluzione targata Timberland

La nota azienda lancia la nuova campagna ambientale

Tira aria nuova in casa Timberland: il progetto Path of service ( ideato esclusivamente per lo svolgimento di attività di volontariato) compie vent’anni. Il manager italiano di Timberland Luca Ghidini afferma che l’obiettivo è operare una sorta di traslazione dei punti vendita monomarca in una sorta di “circuito emotivo ambientale” 
Come afferma sempre il medesimo manager, gli accordi stretti con organizzazioni come Legambiente sono finalizzati a sancire un legame più stretto con la responsabilità sociale, la quale è una questione sempre più rilevante nel panorama socio-economico. Diversi sono i progetti in corso: il rimboschimento di alberi di tasso, utili per il loro principio attivo contro il cancro, oppure la pulizia dell’Isola Palmaria, la più grande delle isole liguri. Un’impegno tutto verde quello della Timberland, complimenti!!!!


Daniele O.

imgres1

Gucci e la sostenibilità ambientale

La grande marca sposa il “green”


La grande azienda del lusso fa un balzo in avanti: edifica la percezione del proprio logo improntandolo sull’eco sostenibilità. Tutto ciò per far comprendere ai consumatori l’importanza che la Corporate social responsability riveste al giorno d’oggi. Come afferma Patrizio di Marco, CEO della medesima organizzazione imprenditoriale, l’intento è quello di poter controllare l’intera filiera di produzione, dalle materie prime al prodotto finito, tenendo in considerazione quelli che sono i codici etici dei singoli paesi da cui provengono le materie prime. 
Nota per il suo impegno in campo sociale ed etico, l’azienda ha sottoscritto tutta una serie di accordi finalizzati per promuovere progetti inerenti la costruzione di scuole, ospedali e tutta una serie di strutture nelle zone più rudimentali del pianeta. La finalità che si intente concretizzare in futuro è quella di potenziare ed incrementare le politiche di responsabilità sociale per poter anche valorizzare l’intero operato aziendale nei riguardi della concorrenza. 

Daniele O. 

Wine falling on laptop. Isolated on white background

Wine ed enterteinment

La nuova moda nata dalla fusione tra l’app ed il vino

Aria di novità in casa del vino: la bevanda si veste di multimedialità. Infatti, grazie al costoso impegno del mensile DIWINEtaste, è possibile reperire l’app ideata dalla medesima azienda editoriale. Tramite la creazione di questo dispositivo, si afferma in maniera incisiva il legame tra web ed il mondo dell’enologia. 
Un dispositivo del tutto innovativo, come afferma lo stesso management dell’azienda editoriale, un mezzo che consente agli amanti del vino di poter interagire in maniera più incresciosa con il proprio prodotto. Oltre a ciò, vengono creati altri mezzi: The wine traveller guide, una guida enoturistica per chi vuole informarsi sulle località più accentuate per quanto concerne il vino, AGwine, dispositivo ideato per copulare perfettamente tipologia di cibo con il bevanda più adatta. Una vera rivoluzione insomma, chissà cosa ne pensano i produttori, staremo a vedere.


Daniele O.


imgres

Puma e l’equo commercio

La nota azienda elabora il primo punto vendita eco-sostenibile

Nuova iniziativa targata PUMA: la nota azienda da vita al primo negozio dedicato alla sostenibilità ambientale. Edificato nell’hinterland della cittadina indiana di  Bangalore, lo store è impregnato all’interno di esso di una serie di elementi che richiamano i valori inerenti il risparmio energetico e la difesa dell’ambiente. 
La finalità della nuova strategie messa in atto dall’azienda è quella di promuovere e sponsorizzare i valori ed i principi relativi alla difesa della natura e della vita. Non a caso, il design e l’arredo con cui è stato edificato lo store richiamano nel consumatore l’esperienza di un mondo senza inquinamento e di risorse rinnovabili. Numerose le iniziative sorte attorno a quest’idea rivoluzionaria: personaggi dello spettacolo, circuiti artistici locali, tutti assieme per dire si all’eco-sostenibilità.


Daniele O. 

samsung-apple

La supremazia della Apple viene confermata!

L’Apple vince contro la Samsung: dopo tanto penare infatti il tribunale ha deciso che il colosso sudcoreano deve 1,05 miliardi di dollari alla casa di Cupertino. Tutto ciò perchè,secondo la giuria, la Samsung avrebbe infranto molti brevetti di iPhone e iPad. La casa sudcoreana però non si dà per vinta e afferma che farà ricorso dal momento che il ritiro dei prodotti incriminati non darebbe possibilità di scelta ai consumatori americani. Così la battaglia per una supremazia in innovazione e immagine non è ancora terminata, anche se la “Mela” sembra essere tranquilla dei propri valori e della propria posizione sul mercato mondiale. 

Per i consumatori però cosa cambierà concretamente? E’ noto ormai che i prodotti Samsung sono venduti in grande quantità, così che danno arrecherebbe il ritiro di questi prodotti dal mercato?
Probabilmente solo i veri affezionati alla Apple sarebbero felici!

imgres2

La nuova Clio sul mare

La nuova campagna di “Sea marketing” della Clio

Novità in casa Clio, la nuova auto della maison Renault viene sponsorizzata attraverso l’edificazione di una serie tv via web, con ospiti d’eccezione come Luca Argentero e Alice Torriani. 
Ogni tappa percorsa da questa auto è segnata dalla proiezione su schermo gigante di una puntata di questa web serie,  tour che parte dal Salento fino in Sardegna.  Un piano brand del tutto innovativo, dedicata a quel target di giovani automobilisti che amano lo svago ed il divertimento. 

Daniele O. 

imgres5

“Zippo” un brand immortale e storico

La nota azienda festeggia i suoi 500 milioni di accendini prodotti

E’ risaputo il fatto che la popolarità del mitico accendino “Zippo” è indeclinabile. Perchè? Semplice: l’accendino è legato alle sigarette e al fumo. Ma come spiegare la sopravvivenza di un brand a distanza di oltre mezzo secolo?

Nato da un idea di George Blaisdell negli anni 30, Zippo si basa su di un connubio tra un accendino di origine austriaca e un’altra invenzione dell’epoca: la Zipper (cerniera lampo). Il design che lo rappresenta è unico nel suo genere: già nella seconda guerra mondiale, ogni aviatore o soldato americano ne possedeva uno, e non solo per accendere sigarette ma come oggetto di sopravvivenza. Da quel momento divenne una vera e propria icona americana e mondiale. 
Con la consapevolezza dei danni causati dal fumo, il brand Zippo vede declinare il suo fatturato. A tal punto, Greg Booth, CEO della medesima azienda partorisce un’idea sostanziale: il kit di emergenza Zippo, in modo tale da collocare nella mente del consumatore l’idea di una marca che è sempre presente in ogni evenienza. 
Decretato nel 2001 come uno dei prodotti migliori della storia e come miglior design del ventesimo secolo, il brand Zippo continua ad essere presente sul mercato creando vere e proprie comunità di collezionisti, i quali condividono l’essenza e l’emozione del loro prodotto preferito (Comunità tribali).

Daniele O. 


imgres

“Playmusic” la nuova rivista di Panini Magazines

In arrivo la nuova ed originale iniziativa targata Panini

Sabato 28 Aprile è uscito il primo numero di questa nuova rivista ideata dalla casa Panini, giornale musicale diretto e curato da Marco Iafrate. La rivista ha come finalità quella di inculcare il piacere della musica, ed è stata creata appositamente per essere collezionata. La prima inserzione ha come sfondo l’immagine di Bruce Springsteen, ed un’altra che fa riferimento ai Beatles sulla Abbey road
Sono molti gli artisti e gli argomenti presi in considerazione all’interno del primo numero di quest’inserzione: Bruce Springsteen con il suo imminente tour in Italia, Paul Weller, Noel Gallagher, The Black keys. La rivista contiene numerose categorie dedicate alle recensioni, articolate sulla base del genere musicale. 

Come afferma Alex Bertani, marketing manager di Panini Magazines, produrre una rivista musicale in tempi di crisi è come un atto di coraggio o incoscienza ma allo stesso tempo un gesto di estensione di marca, di valorizzazione del proprio brand e di amore verso la musica e la cultura

Daniele O.