Archivi categoria: Android

101118_Kia_Sorento_2013_ameliorations_majeures_apportees

Google viaggia in auto con Kia!

Google comincia il nuovo anno con una grande annuncio: la partnership con la casa automobilistica coreana Kia Motors.
Big G ha deciso di espandere i propri servizi al campo delle auto sviluppando un’app in grado di collegare la nuova Kia Sorento (disponibile dal primo trimestre 2013)  al proprio mobile; l’app però sarà disponibile solo per iPhone, la versione per Android sarà disponibile nel secondo trimestre di quest’anno. Una grande novità quindi per il gigante Google che non ha nessuna intenzione di abbandonare i suoi utenti, neanche durante i viaggi in auto!



Fonti e approfondimenti:
http://thenextweb.com/google/2013/01/02/google-partners-with-kia-motors-to-integrate-google-maps-and-places-into-new-car-models/?utm_source=twitter.com/eskimon&utm_medium=twitter
http://www.prnewswire.com/news-releases/kia-motors-announces-google-maps-integration-to-enhance-in-car-connectivity-185401682.html
http://www.kia-auto.it/Modelli/New-Sorento/

Angela Pace

Logo_Nokia

Nokia – Il colosso finlandese cerca di reagire alla crisi

Da un po’ di tempo e soprattutto negli ultimissimi mesi c’è una notizia che rimbalza spesso nelle testate più importanti, sia aul web che sulla stampa. Il colosso della telefonia finlandese Nokia è in crisi. La crisi per il colosso non è una novità; già da 2007, infatti, ha cominciato ad accusare i primi colpi a causa dell’iPhone e, l’anno successivo, dell’Android.
Per reagire e contrattaccare questa nuova concorrenza, nel 2011 Nokia stringe un accordo con Microsoft cominciando a produrre Lumia con Windows Phone come sistema operativo. L’alleanza però non ha l’effetto sperato e i risultati di vendita di Lumia sono deludenti.
Si decide quindi di lanciare Lumia 900 cercando di curare ogni minimo particolare per poter rinascere sul mercato. Anche questa volta però qualcosa va storto poichè il dispositivo aveva delle difficoltà nella connessione con la rete LTE.



La classica goccia che fa traboccare il vaso e che porta la Nokia a prendere delle decisioni drastiche per il futuro dell’azienda. Tramite una serie di comunicati stampa, infatti, sono state rese pubbliche le novità che l’azienda si appresta a mettere in atto:

  • Innanzitutto il licenziamento di diecimila dipendenti a seguito della chiusura dei tre stabilimenti presenti in Germania, Canada e Svezia. Tutto ciò fa parte di un processo di ottimizzazione dei costi che prevede anche lo spostamento della produzione in Asia;
  • Potenziamento della serie Lumia, ampliando la fascia di prezzo e aumentando il loro valore;
  • Cessione di Vertu (azienda sussidiaria che produce cellulari di lusso) e EQT VI (società europea di provate equity);
  • Acquisizione di Scalado, azienda che produce tecnologia di imaging che conta già un miliardo di utenti;
  • Un nuovo team esecutivo alla guida dell’azienda che vede come vice presidente Juha Putkiranta e come responsabile dell’area vendite Chris Weber (ex Microsoft).

Inoltre, come ultimissima news, il governo finlandese ha deciso di non sostenere l’azienda con l’acquisto di titoli, anche se la Nokia è stata uno dei motori trainanti dello sviluppo economico del paese.

Un momento nero quindi per l’azienda che fu leader nel campo della telefonia mobile. Chi di noi non ha avuto un Nokia 3310!!
Personalmente spero che l’azienda si riprenda e che torni al suo antico splendore.

Fonti:

Approfondimenti:

Angela Pace

Arriva Google Currents, la nuova app di Google

Disponibile in Google Play e App Store e compatibile con dispositivi Android e iOs, la nuova Google Currents è da oggi disponibile anche in Italia. La nuova app permette agli utenti di sfogliare riviste e leggere in versione integrale articoli e altri contenuti realizzati dai principali editori internazionali. 





L’app è disponibile oggi in 46 lingue e si avvale di Google Translate, rendendo accessibili anche articoli scritti in altre lingue. Google Currents è utilizzabile sia in modalità online sia offline e permette di visualizzare lo stream di Google+ e i contenuti di Google Reader, oltre che attivare feed RSS, video e foto feed. Non manca poi la possibilità di filtrare gli articoli in base alle proprie esigenze/preferenze tramite la funzione Trends

Al momento le testate italiane fruibili sono Adnkronos, Class Editori, Il Secolo XIX, Il Sole 24 Ore, La Stampa, MonRif e SportNetwork. Mentre tra quelle internazionali già presenti sulla piattaforma troviamo ABC News, The Guardian UK e l’immancabile Financial Times. 

Non ci resta che augurarvi una buona lettura!!





images1

Google brevetta “la pubblicità personalizzata”

Google ha depositato un brevetto dal nome “Pubblicità basata sulle situazioni ambientali”.

Si tratta di un sistema che consente di tracciare la vita degli utenti di smartphone, allo scopo di raccogliere dati ad uso della “pubblicità contestuale”.

Se tale tecnologia venisse applicata al sistema operativo sviluppato da Google, Android, i sensori integrati sullo smartphone potrebbero registrare una serie di dati relativi all’ambiente in cui si trova il dispositivo, e inviare messaggi pubblicitari “personalizzati” in base ad essi.

Le potenzialità del sistema sono innovative e straordinarie. Per esempio, potrebbero essere riconosciuti i rumori legati a una manifestazione agonistica e inviare “consigli per gli acquisti” di abbigliamento sportivo; o quelli di un concerto rock e mandare spot legati a novità del settore. Google spiega come un browser web o un motore di ricerca, attraverso i sensori, possono ottenere informazioni sull’ambiente (come temperatura, umidità, luce, suono, composizione dell’aria) in cui si trova l’utente.

Le applicazioni appaiono infinite: la diffusione dei messaggi pubblicitari potrebbe essere disposta soltanto allorché “le condizioni ambientali corrispondono a certi criteri”.

In altre parole, i pubblicitari sanno: dove sei, quello che fai, che tempo fa, e ti inviano gli spot opportuni.