Archivi categoria: Mobile App

101118_Kia_Sorento_2013_ameliorations_majeures_apportees

Google viaggia in auto con Kia!

Google comincia il nuovo anno con una grande annuncio: la partnership con la casa automobilistica coreana Kia Motors.
Big G ha deciso di espandere i propri servizi al campo delle auto sviluppando un’app in grado di collegare la nuova Kia Sorento (disponibile dal primo trimestre 2013)  al proprio mobile; l’app però sarà disponibile solo per iPhone, la versione per Android sarà disponibile nel secondo trimestre di quest’anno. Una grande novità quindi per il gigante Google che non ha nessuna intenzione di abbandonare i suoi utenti, neanche durante i viaggi in auto!



Fonti e approfondimenti:
http://thenextweb.com/google/2013/01/02/google-partners-with-kia-motors-to-integrate-google-maps-and-places-into-new-car-models/?utm_source=twitter.com/eskimon&utm_medium=twitter
http://www.prnewswire.com/news-releases/kia-motors-announces-google-maps-integration-to-enhance-in-car-connectivity-185401682.html
http://www.kia-auto.it/Modelli/New-Sorento/

Angela Pace

SEACARD-tagliata

Social Tourism. Una case history

Seacard, un mare di vantaggi nel Piceno
La Sunsharing di San Benedetto del Tronto, guidata da Lorenzo Amadio e da Alessio Lossano, ha avuto la brillante idea di rendere social il turismo nel territorio del Piceno e aumentare la visibilità a livello internazionale della bellissima Riviera delle Palme.
Il progetto ideato prende il nome di Secard e, come dice il nome, fa riferimento all’utilizzo di carte turistiche mediante le quali sia i turisti che i residenti di San Benedetto del Tronto e del Piceno possono accedere agli sconti e alle offerte ad essi destinati.
Al residente, o visitatore giornaliero di una delle dieci città aderenti al network, è riservata la Seacard CITY. Reperibile in formato digitale mediante una breve ed intuitiva registrazione. Sarà sufficiente collegarsi al sito www.seacard.it, compilare il form di registrazione e stampare la card, o scaricarla direttamente sul proprio smartphone.

Il turista, invece, riceve direttamente la card fisica dalla struttura alberghiera in cui pernotta o dai centri di assistenza dislocati sul territorio. La card ad essi destinata è nota come Seacard GUEST e dovrà essere attivata mediante la procedura di attivazione riportata sul sito.


Tutte le scontistiche in questione sono facilmente consultabili dal sito e riguardano promozioni e gratuità messe a disposizione sia da enti pubblici (i Vantaggi del Piceno) sia dalle attività commerciali di privati (le Offerte del Piceno).
Alcuni esempi riguardano:
  • il parcheggio gratuito e gli sconti sul trasporto pubblico
  • l’ ingresso gratuito o scontato ai musei, teatri, cinema, visite a monumenti storici
  • l’ingresso gratuito o scontato per escursioni naturalistiche, impianti sportivi come piscine, piste di pattinaggio e atletica
  • gli sconti e promozioni per eventi enogastronomici, abbigliamento, centri benessere, concessioni balneari, ristoranti ecc ecc…
La genialità del progetto è quella di geolocalizzare tutti i vantaggi, le offerte, le attrazioni e gli eventi di San Benedetto del Tronto e del Piceno, rendendole facilmente rintracciabili con una mappa visiva. 
 
Sei in vacanza e non hai il pc? Guarda tutte le offerte, le promozioni e gli eventi direttamente sul tuo smatphone. Basta scaricare l’apposita applicazione per iPhone o Android e avrai tutto a portata di touch screen.
 
Gessica A.

Google+ app sbarca in tv

Il nuovo spot di Google+ e lo Storytelling


In un precedente articolo abbiamo già parlato di quanto la tecnica dello Storytelling sia importante per impreziosire e animare i nostri contenuti e le nostre pubblicità.

Stavolta, abbiamo deciso di proporvi una case history di tutto rispetto. Si tratta del nuovo spot di Google+ con il quale Big G ha deciso di presentare la sua nuova app. 

Per chi non l’avesse ancora visto ecco qui il commercial.

Che ne pensate? Fortemente emozionante vero? 

Raccontandoci la storia di un neopapà smemorato preso dall’entusiasmo di essere diventato padre di un esserino così delicato, Big G è riuscito a veicolare tutte le informazioni che intendeva comunicarci. 

Sicuramente ci ricorderemo questa storia per il forte impatto emotivo che ha suscitato in noi e sicuramente la ricollegheremo a Google+ dato che la sua app è la soluzione al problema del papà smemorato. Eppure notate bene che il prodotto pubblicizzato appare solo per una frazione di secondo alla fine dello spot.
G-

To be or not to be? Facebook o Google+? Dilemma amletico!

Ormai la battaglia aperta tra Facebook, il padre dei social network, e Google+ si fa sempre più accesa. Ogni settimana, ogni giorno ci arrivano news, nuove apps, nuove possibilità che si fa fatica a starci dietro!
Sempre navigando sul web ho scovato un’infografica che ci indica 20 buone ragioni per passare da Facebook a Google+; il social network di Big G sembra quindi avere tante frecce a disposizione per il suo arco, bisogna vedere però se gli utenti rimarranno o meno affascinati dai tanti vantaggi che Google+ offre.



Sul podio delle buone ragioni troviamo:

  1. L’integrazione con i servizi offerti da Google. Per chi già usa Gmail, Goggle Docs o altri servizi integrati, l’utilizzo di Google+ sarà solo un piccolo passo in più.
  2. I Circles. Le cerchie che Google ha inventato sono un modo molto più realistico di rappresentare la vita sociale di ognuno di noi.
  3. Migliorr App Mobile. Per chi usa spesso il mobile le applicazioni Google+ saranno sicuramente migliori, più leggere, più snelle, di facile utilizzo e con un design migliore.
Volendo potremmo andare avanti per tutta la giornata a elencare, partendo dalle impostazioni della privacy, passando per l’integrazione con il browser Google Crome, arrivando ad esempio ad una migliore implementazione dei giochi.
Il mio consiglio è questo: andate a dare un’occhiata all’infografica (i link in fondo). Chissà che non ci si rivede su G+!

Fonti e approfondimenti:

Angela Pace