Archivi categoria: Brand equity

imgres

La nuova comunicazione di Direct Line

La nota compagnia assicurativa lancia la sua nuova campagna

2013 pieno di innovazioni per la nota agenzia assicurativa DIRECT LINE, la quale ha lanciato la sua nuova campagna all’insegna della soddisfazione del cliente: i clienti sono al di sopra dei tetti delle auto e tendono la mano ad altre persone: una sorta di gesto simbolico per stabilire un contatto duraturo tra l’azienda ed i consumatori. 
Attraverso questa nuova campagna comunicativa, la brand fidelty aumenta in maniera vertiginosa, tutto sempre attraverso il supporto della componente emotiva. Come spiega Barbara Panzeri, direttore Marketing dell’azienda, il successo di questa ditta si basa sulla qualità eccellente dei suoi servizi. L’idea creativa è stata ideata da Hi! Comunicazione sotto la direzione di Luigi Longobardo
Daniele O. 

imgres

Fox sposa i suoi telespettatori

Il noto network televisivo aumenta la sua brand fidelity 

Simpson e similari scendono in campo per sostenere con forza la propria casa madre al grido di:”  We love FOX!! “. Conseguentemente a ciò, la nota piattaforma televisiva ha edificato la nuova campagna comunicativa con la finalità di incrementare la propria brand positioning all’interno del mercato. 
La campagna è costituita da uno spot pubblicitario di durata di trenta secondi e trasmesso su tutti i canali della piattaforma FOX all’interno di SKY. Inoltre, questa campagna è coadiuvata dal supporto di pagine pubblicitarie su periodici, radio, affissioni, ecc. Ma il vero vantaggio competitivo in tal contesto è rappresentato dal fatto che la nota azienda televisiva rende partecipi i propri clienti garantendo loro la possibilità di essere selezionati per i prossimi spot tramite casting. 

Come afferma Alessandro Militi, direttore marketing dell’impresa, la nuova strategia lanciata vuole rimarcare il legame duraturo tra i consumatori e la nota organizzazione. 


Daniele O. 
imgres3

L’era dell’acquisto online

Al giorno d’oggi si fa la spesa “telematica”

In tempi di crisi economica, la popolazione è portata sempre di più al risparmio inteso in termini di beni di consumo, ecc. Ed è in questo contesto che prende sempre più potere il commercio e l’acquisto online. Di particolare interesse risulta la piattaforma Prezzofelice.it, in cui trovare offerte e risparmi di qualsiasi genere.
Nonostante la predominanza del Web, la qualità e l’affidabilità del prodotto rimangono i punti cardine nel commercio, anche quello telematico. A tal punto, la televisione resta sempre il miglio mezzo per acquisire clienti nei riguardi di un brand famoso. Ma il commercio online è sempre in crescita ed il network Prezzofelice.it mira ad espandersi al di fuori dei confini nazionali. In bocca al lupo!!!

Daniele O. 

imgres2

EasyJet, la nuova pubblicità prende forma

La ditta lancia la sua nuova campagna 

Tira una nuova aria  in casa EasyJet : è in fase di completa edificazione la nuova campagna pubblicitaria online ideata dalla ditta aerea. L’intento è quello di catturare il maggior numero di consumatori attraverso la tecnologie digitali.
Tramite l’edificazione di due spot interattivi, l’azienda vuole favorire la creazione di un circuito emotivo legato all’esperienza del viaggio con EasyJet. Economicamente parlando, l’intento è quello di affermarsi all’interno di tutto il mercato europeo ed Italiano. Come spiega Frances Ouseley, direttore di EasyJet in Italia, l’azienda vuole affermarsi il più incisivamente possibile nel mercato e soddisfare ogni esigenza del proprio target. In bocca a lupo EasyJet!!!
Daniele O. 
globalbrandlogo

Quale è il peso reale di un brand nel mercato?

I marchi che hanno e fanno la storia

Quanto valgono i grandi Brand? E’ impossibile stabilirlo con certezza. Molti di essi detengono di una Brand awareness elevata dal momento in cui sono stati fondati. Come spiegare questo fenomeno? E’ semplice: grazie alla maestria ed alla sapienza degli imprenditori che hanno saputo elaborare una Brand identity forte ed incisiva. 
Prendiamo per esempio Coca cola: un marchio che nel corso della sua esistenza ha saputo mantenere saldo il legame di fiducia con i suoi consumatori, nonostante il suo design sia rimasto inalterato. E’ il caso anche della Nutella, prodotto bandiera dell’industria italiana, che da sempre detiene un margine di fiducia forte nei riguardi del proprio target.  Marchi come Pampers, Gucci, i quali grazie all’utilizzo dei canali social hanno incrementato le loro vendite, lo stesso Facebook, la Samsungche sorpassa la Apple e la Nokia grazie all’edificazione del Galaxy S III, divenendo cosi leder nella telefonia. 
E’ quindi complicato stabilire con esattezza la Brand equity di ciascun marchio. Si è dinanzi ad una specie di gara a chi produce di più, ma soprattutto a chi valorizza di più i propri prodotti.
Che la sfida abbia inizio!!


Daniele O. 

imgres

La rivoluzione targata Timberland

La nota azienda lancia la nuova campagna ambientale

Tira aria nuova in casa Timberland: il progetto Path of service ( ideato esclusivamente per lo svolgimento di attività di volontariato) compie vent’anni. Il manager italiano di Timberland Luca Ghidini afferma che l’obiettivo è operare una sorta di traslazione dei punti vendita monomarca in una sorta di “circuito emotivo ambientale” 
Come afferma sempre il medesimo manager, gli accordi stretti con organizzazioni come Legambiente sono finalizzati a sancire un legame più stretto con la responsabilità sociale, la quale è una questione sempre più rilevante nel panorama socio-economico. Diversi sono i progetti in corso: il rimboschimento di alberi di tasso, utili per il loro principio attivo contro il cancro, oppure la pulizia dell’Isola Palmaria, la più grande delle isole liguri. Un’impegno tutto verde quello della Timberland, complimenti!!!!


Daniele O.

imgres

Puma e l’equo commercio

La nota azienda elabora il primo punto vendita eco-sostenibile

Nuova iniziativa targata PUMA: la nota azienda da vita al primo negozio dedicato alla sostenibilità ambientale. Edificato nell’hinterland della cittadina indiana di  Bangalore, lo store è impregnato all’interno di esso di una serie di elementi che richiamano i valori inerenti il risparmio energetico e la difesa dell’ambiente. 
La finalità della nuova strategie messa in atto dall’azienda è quella di promuovere e sponsorizzare i valori ed i principi relativi alla difesa della natura e della vita. Non a caso, il design e l’arredo con cui è stato edificato lo store richiamano nel consumatore l’esperienza di un mondo senza inquinamento e di risorse rinnovabili. Numerose le iniziative sorte attorno a quest’idea rivoluzionaria: personaggi dello spettacolo, circuiti artistici locali, tutti assieme per dire si all’eco-sostenibilità.


Daniele O. 

imgres5

“Zippo” un brand immortale e storico

La nota azienda festeggia i suoi 500 milioni di accendini prodotti

E’ risaputo il fatto che la popolarità del mitico accendino “Zippo” è indeclinabile. Perchè? Semplice: l’accendino è legato alle sigarette e al fumo. Ma come spiegare la sopravvivenza di un brand a distanza di oltre mezzo secolo?

Nato da un idea di George Blaisdell negli anni 30, Zippo si basa su di un connubio tra un accendino di origine austriaca e un’altra invenzione dell’epoca: la Zipper (cerniera lampo). Il design che lo rappresenta è unico nel suo genere: già nella seconda guerra mondiale, ogni aviatore o soldato americano ne possedeva uno, e non solo per accendere sigarette ma come oggetto di sopravvivenza. Da quel momento divenne una vera e propria icona americana e mondiale. 
Con la consapevolezza dei danni causati dal fumo, il brand Zippo vede declinare il suo fatturato. A tal punto, Greg Booth, CEO della medesima azienda partorisce un’idea sostanziale: il kit di emergenza Zippo, in modo tale da collocare nella mente del consumatore l’idea di una marca che è sempre presente in ogni evenienza. 
Decretato nel 2001 come uno dei prodotti migliori della storia e come miglior design del ventesimo secolo, il brand Zippo continua ad essere presente sul mercato creando vere e proprie comunità di collezionisti, i quali condividono l’essenza e l’emozione del loro prodotto preferito (Comunità tribali).

Daniele O. 


imgres

“Playmusic” la nuova rivista di Panini Magazines

In arrivo la nuova ed originale iniziativa targata Panini

Sabato 28 Aprile è uscito il primo numero di questa nuova rivista ideata dalla casa Panini, giornale musicale diretto e curato da Marco Iafrate. La rivista ha come finalità quella di inculcare il piacere della musica, ed è stata creata appositamente per essere collezionata. La prima inserzione ha come sfondo l’immagine di Bruce Springsteen, ed un’altra che fa riferimento ai Beatles sulla Abbey road
Sono molti gli artisti e gli argomenti presi in considerazione all’interno del primo numero di quest’inserzione: Bruce Springsteen con il suo imminente tour in Italia, Paul Weller, Noel Gallagher, The Black keys. La rivista contiene numerose categorie dedicate alle recensioni, articolate sulla base del genere musicale. 

Come afferma Alex Bertani, marketing manager di Panini Magazines, produrre una rivista musicale in tempi di crisi è come un atto di coraggio o incoscienza ma allo stesso tempo un gesto di estensione di marca, di valorizzazione del proprio brand e di amore verso la musica e la cultura

Daniele O.