Archivi categoria: emotional branding

imgres

Puma e l’equo commercio

La nota azienda elabora il primo punto vendita eco-sostenibile

Nuova iniziativa targata PUMA: la nota azienda da vita al primo negozio dedicato alla sostenibilità ambientale. Edificato nell’hinterland della cittadina indiana di  Bangalore, lo store è impregnato all’interno di esso di una serie di elementi che richiamano i valori inerenti il risparmio energetico e la difesa dell’ambiente. 
La finalità della nuova strategie messa in atto dall’azienda è quella di promuovere e sponsorizzare i valori ed i principi relativi alla difesa della natura e della vita. Non a caso, il design e l’arredo con cui è stato edificato lo store richiamano nel consumatore l’esperienza di un mondo senza inquinamento e di risorse rinnovabili. Numerose le iniziative sorte attorno a quest’idea rivoluzionaria: personaggi dello spettacolo, circuiti artistici locali, tutti assieme per dire si all’eco-sostenibilità.


Daniele O. 

imgres2

T-Shirt e accessori per un estate con Topolino e Minnie

La Walt Disney estende la propria offerta in occasione  dell’estate

Per la nuova estate l’ottimismo del sempre amato Topolino lo si ritrova nella vasta e nuova gamma di prodotti ideati dalla Walt Disney. Topolino e Minnie, come sempre, si collocano come icone fashion tra il pubblico infantile, ed anche quello adulto. 

Le migliori case d’abbigliamento giocano su questo duo di icone. Topolino diventa emblema per un estate passata nella spensieratezza e nel divertimento. Sono moltissime le novità in questo settore
Un’esempio sono le T-shirt di Neil Barret, le T-shirt di Sicem, incentrate su personaggi come Paperina, Minnie. Ed inoltre la vasta gamma di portafogli e di bag targati Fix Design che ripercorrono tutto il fascino dei personaggi Disney.
Non c’è che dire, complimenti!!!!

Daniele O.


imgres3

Bruce Springsteen, un’app emozionale tutta italiana

Il Boss sempre più innamorato del “bel paese”


Lunga storia d’amore tra l’Italia e Bruce Springsteen. Per celebrare l’anniversario del suo diciassettesimo album, l’agenzia di Marketing E3 è stata delegata dalla Sony per quanto concerne lo sviluppo di un’App, che accompagna l’ultimo album del cantautore “Wrecking ball“. Una mondo virtuale in cui rivivere tutte le caratteristiche e la magia delle parole del Boss. 

Come afferma Maurizio Mazzanti, direttore dell’agenzia E3, questa nuova piattaforma ha già fatto il pieno di click tramite il passaparola di Facebook.  La vera forza di questo App è il coinvolgimento dal punto di vista emozionale, che riesce a trasmettere al pubblico un progetto tutto “made in Italy“. Una forma nuova di intrattenimento digitale che consente ai fan del loro beniamino di stargli “vicino”
Non male!!!!!!!!!!

Daniele O.



imgres7

L’altra faccia della medaglia: Il Marketing Emozionale

Come far leva sulla parte irrazionale del cervello dei consumatori

Interagire con la parte più inconscia del cervello: ecco la nuova ed ennesima sfida del Neuromarketing. Il Web Update 2012 si tiene a Napoli ed espone le ultime tendenze in campo comunicativo e di Marketing.

Tutt’oggi il rapporto tra il comportamento d’acquisto e le emozioni è oggetto di numerose ricerche. Neuroscienze, design, Intelligenza artificiale, tutte branche che contribuiscono a dare una spiegazione a questo tipo di fenomeno sempre più rilevante all’interno del mercato. 

Francesco Gallucci è il fondatore dell’agenzia 1to1Lab, la prima agenzia che si occupa di Emotional branding, ed inoltre si occupa di gestire il dipartimento di Neuromarketing A.I.S.M.
Come afferma Gallucci, la particolarità del suo metodo stà nel dare una forte impronta nella connotazione scientifica. Il punto di partenza è proprio la comunicazione. Per comprendere le dinamiche dei comportamenti di consumo dei consumatori bisogna elencarne le reazioni emozionali facendo uso di strumenti non convenzionali. 

Numerosi sono gli strumenti che consentono di misurare il grado di emotività dei consumatori nel momento d’acquisto: pensiamo all’Eeg-biofeedback, il quale monitora tutte le reazioni fisiologiche del cervello in concomitanza a particolari stimoli, l’Eyetracking, il quale misura la posizione degli occhi in base ad una superficie specifica. Infine vi è il Videorecording, con il quale è possibile monitorare tutti i movimenti del consumatore all’interno del luogo di consumo.  

Sempre Gallucci afferma che l’esperienza in un luogo di consumo è scomposta in più fasi, ognuna di esse è una sorta di building block esperenziale. Queste fasi possono essere studiate, progettate e ricomposte. 

Il mondo digitale è un mondo ampio, aperto, pieno di possibilità per quanto riguarda la comunicazione,  ma bisogna conoscerne bene le dinamiche, gli strumenti, ma anche come saperli usare al momento opportuno. 




Daniele O