Archivi categoria: Linkedln

quora-linkedin

LinkedIn ritira il servizio Domande e Risposte

E’ una notizia arrivata come un fulmine a ciel sereno, LinkedIn ha ritirato ufficialmente il servizio Domande e Risposte il 31 Gennaio 2013.
Il servizio dava la possibilità agli utenti di porre domande a tutti i colleghi o a una piccola cerchia di utenti scelti con lo scopo di scambiare conoscenze e risolvere i piccoli (o grandi) problemi che si presentano quotidianamente nel mondo del lavoro. Il servizio inoltre dava la possibilità di essere indicati come esperti della materia da chi poneva la domanda, dando maggior visibilità e prestigio al proprio profilo.
Il servizio, evidentemente, non funzionava bene o non funzionava per molte delle nicchie presenti all’interno di LinkedIn, così è stato chiuso. Ma gli utenti non devono disperare poiché rimane sempre la possibilità di creare sondaggi da sottoporre ai collegamenti, di scambiare conoscenze all’interno dei gruppi e magari di porre domande attraverso lo stato personale. In alternativa è possibile porre e rispondere alle domande su quora.com che offre la possibilità di condividere le domande poste e le risposte ricevute su LinkedIn ma anche su altri social come Facebook e Twitter.
Un servizio in meno quindi, ma le potenzialità di networking non sono di meno. Che questo gesto non celi un nuovo servizio dietro l’angolo? Chissà…



Angela Pace
ModelliAboutMe

Visual&Video CV – Alternative per “vendersi” meglio

Vendere se stessi nel mercato del lavoro è un’arte antica tanto quanto complessa. I migliori in questo sono sempre stati i politici (riuscirebbero a vendere sabbia ai beduini!), ma per i comuni mortali proporsi al meglio nel mondo del lavoro è sempre più complesso e non solo per la crisi.

About.me, alcuni Visual CV esistenti

In questo senso il semplice curriculum vitae stampato, magari accompagnato da una lettera di presentazione, non è più sufficiente. In un mondo che viaggia su internet a mille km/s, aspettare che il proprio curriculum arrivi per posta è come aspettare la pioggia nel deserto (sempre per rimanere in tema di sabbia). Oggi i migliori curriculum vitae sono online, in particolar modo sui social network, LinkedIn in primis ma anche Facebook e Twitter. Così come anche il blog personale o il sito web personale sono strumenti più che utili per presentarsi al futuro datore di lavoro.

Ma il selezionatore, come tutti sappiamo, non ha tempo da perdere! Spesso e volentieri decide in pochi minuti se il candidato è idoneo o meno al tipo di incarico che dovrà ricoprire. Ed è qui che c’è bisogno della capacità di sintesi del candidato stesso con l’aiuto di alcuni supporti online molto interessanti, vi sono infatti dei siti che permettono di creare dei Visual CV: curriculum vitae brevi, d’impatto, ai quali è possibile collegare anche le varie pagine personali dei vari social.

Modelli proposti da visualcv.com per i CV nelle arti creative e Mass Media

Uno di questi è visualcv.com che permette la creazione di curriculum personalizzati anche in base alla propria figura professionale. Il sito fornisce gratuitamente uno spazio personale e dei modelli di base differenti a seconda della propria figura professionale.
Un’altro sito simile è about.me. La differenza con il precedente è che questo offre uno spazio più ridotto, come un biglietto da visita online. E’ possibile inserire una foto come sfondo che ritragga se stessi o un particolare riguardante il proprio lavoro, e si può inserire una breve descrizione delle proprie attività, professionali e non, seguita dai link dei contatti (LinkedIn, Facebook, email, etc..).

Un’altro strumento utile è il Video CV e per farlo è sufficiente una videocamera e le idee chiare, perché anche in questo caso la sintesi è d’obbligo; un video della durata di tre minuti è l’ideale. In questo caso il selezionatore potrà avere tutte le informazioni di cui necessita ascoltandole direttamente dalla nostra voce e, se impostato in modo creativo, potrebbe anche divertirsi ad ascoltare.


In conclusione, il curriculum ormai è uno strumento multimediale che può aprirci (ma anche chiuderci) infinite possibilità. Un consiglio: prima di linkare il proprio profilo Facebook o Twitter, controllate se ci sono foto compromettenti. Potrebbero non piacere!

Fonti e approfondimenti:
http://vimeo.com/19914735 (video di presentazione di about.me su Vimeo)
http://www.youtube.com/watch?v=y8g4d3MSvQk (Video CV di Paolo Rosato)

Angela Pace
imgres4

Do You Speak social? I linguaggi dei Social Media

La nuova frontiera dei linguaggi sul Web


La regina a cui i brand si inchinano: il social. Un pozzo di informazioni condivise, moderne lampade di Aladino, una componente base del Marketing in grado di potenziare il fatturato di una marca. 
I Social media hanno una propria lingua che ogni bravo brand marketer deve conoscere, una lingua che si impara quotidianamente, catturare l’attenzione del fan. Indurlo a condividere una foto, uno stato, significa molto per  la realizzazione di una strategia d’impresa.
I brand si concedono volontariamente ai Social media, oramai nessun’impresa è imprescindibile da essi, non ci sono progetti, programmi, tutto è un vortice comunicativo in cui è facile perdersi. L’affermazione della rivoluzione digital ha dato vita a nuove strategie e figure professionali, specialisti in strategie di social media marketing

La base di tutto è la visione olistica: osservare tutte le possibili declinazioni, contenuti mediali, ecc. Siamo dinanzi ad una rivoluzione mediale dai risvolti ancora sconosciuti, chissà dove andremo a finire. Forse a digitalizzare i dinosauri!!!!

Daniele O.