Archivi categoria: Mobile

windows_8

Ottobre 2012: Windows torna all’attacco con la versione 8!

Tre appuntamenti importanti questo mese per Windows: 25 Ottobre a New York, per la presentazione del sistema operativo Windows 8, e 29 e 30 Ottobre a San Francisco, per il corrispondente mobile: Windows Phone 8.
Per i più curiosi è possibile visitare il sito in cui viene presentato Windows 8 Release Preview con tutte le novità e le caratteristiche. Possiamo leggere: 

“Questa versione di Windows è stata costruita sulle solide basi di Windows 7, un sistema operativo particolarmente veloce e affidabile. Ha un’interfaccia touch tutta nuova. È un nuovo Windows aperto a nuovi dispositivi. Ed è semplicissimo da provare subito: non importa se lo stai installando per la prima volta oppure stai eseguendo l’aggiornamento da Windows 8 Consumer Preview.“[1]

Velocità, affidabilità e semplicità d’uso quindi le caratteristiche cardine del nuovo OS targato Windows, ma la novità più interessante è l’annullamento delle differenze tra i sistemi mobile (smartphone, tablet, etc.) e sistemi desktop (pc e notebook).

“Microsoft sta tentando di eliminare questa differenza, in primis con la nuova interfaccia utente composta dalle Live Tiles, meglio nota come Metro. Le Live Tiles sono ovviamente le grandi “piastrellone” con cui siamo abituati a vedere Windows già da diverso tempo sui telefoni, ma ora questo sistema passerà ad un nuovo livello di personalizzazione e di gestione. Insieme a ciò, le Live Tiles faranno il loro debutto anche sui sistemi desktop. Ovviamente rimarrà ancora la possibilità di utilizzare il normale sistema classico di Windows a icone, ma pare che Microsoft abbia reso l’esperienza di Metro davvero di altissima qualità“[2]

Un sistema studiato per interagire con i tablet Microsoft della serie Surface, i nuovi tablet con supporto da tavolo integrato e tastiera inclusa nella cover, un tablet-pc che porta il concetto di ibrido ad un livello superiore.


Il futuro è alle porte.. o meglio, alle finestre!

Fonti e approfondimenti:

Angela Pace
G-

To be or not to be? Facebook o Google+? Dilemma amletico!

Ormai la battaglia aperta tra Facebook, il padre dei social network, e Google+ si fa sempre più accesa. Ogni settimana, ogni giorno ci arrivano news, nuove apps, nuove possibilità che si fa fatica a starci dietro!
Sempre navigando sul web ho scovato un’infografica che ci indica 20 buone ragioni per passare da Facebook a Google+; il social network di Big G sembra quindi avere tante frecce a disposizione per il suo arco, bisogna vedere però se gli utenti rimarranno o meno affascinati dai tanti vantaggi che Google+ offre.



Sul podio delle buone ragioni troviamo:

  1. L’integrazione con i servizi offerti da Google. Per chi già usa Gmail, Goggle Docs o altri servizi integrati, l’utilizzo di Google+ sarà solo un piccolo passo in più.
  2. I Circles. Le cerchie che Google ha inventato sono un modo molto più realistico di rappresentare la vita sociale di ognuno di noi.
  3. Migliorr App Mobile. Per chi usa spesso il mobile le applicazioni Google+ saranno sicuramente migliori, più leggere, più snelle, di facile utilizzo e con un design migliore.
Volendo potremmo andare avanti per tutta la giornata a elencare, partendo dalle impostazioni della privacy, passando per l’integrazione con il browser Google Crome, arrivando ad esempio ad una migliore implementazione dei giochi.
Il mio consiglio è questo: andate a dare un’occhiata all’infografica (i link in fondo). Chissà che non ci si rivede su G+!

Fonti e approfondimenti:

Angela Pace
images

Glove One: un telefono a portata di mano

Realizzato dal suo ideatore Bryan Cera, Glove One è un prototipo di cellulare che si indossa come un guanto. Dietro l’idea non si cela nessuno scopo commerciale, tant’è che lo stesso artista ne divulgherà online le istruzioni per costruirlo.

Nato dalla capacità  di sfruttare le potenzialità di una stampante 3D, il dispositivo permette di effettuare chiamate componendo il numero telefonico attraverso i tasti posizionati sulle dita. Bisogna ovviamente inserire una sim nella parte superiore della mano ed i giochi sono fatti!



Sarà forse un campanellino d’allarme che ci induce verso un futuro al di fuori dell’umano?
1Nielsen1

Rapporto Nielsen – La fiducia del consumatore va al consumatore

La maggior parte dei consumatori si fida degli altri consumatori, non più della pubblicità.

Dichiara Randall Beard (global head della sezione Advertiser Solutions per Nielsen): “Anche se la pubblicità televisiva rimarrà un canale primario per il marketing – grazie all’impareggiabile capacità di arrivare ad un pubblico molto vasto – i consumatori di tutto il mondo continuano a tenere in conto piuttosto le raccomandazioni di amici e le opinioni online. Di conseguenza, i professionisti della pubblicità cercheranno dei modi per collegarsi in maniera più diretta ai consumers per far leva sulla loro buona volontà, affinché feedback e i racconti delle proprie esperienze diventino vere ads.”

L’ultima analisi Nielsen, dal titolo “Global Trust in Advertising and Brand Messages”, mette in luce una situazione che era più che prevedibile: la fiducia dei consumatori nelle classiche forme di advertising va scemando a favore del parere degli altri consumatori. La maggior parte dei consumatori infatti da molta più credibilità ai pareri e alle raccomandazioni degli altri consumatori (parenti, conoscenti o anche consigli online) rispetto al qualsiasi altra forma di pubblicità (che sia above o below the line).

A godere della minore credibilità sono le pubblicità sui mobile (29%), i banner (33%) e le ads sui social network (36%). Relativamente alta invece è la credibilità delle pubblicità in tv (47%), sui giornali (anche qui 47%) e gli editoriali (58%).

Se andiamo a vedere il particolare, notiamo che gli europei sono decisamente più miscredenti rispetto ai nordamericani che, invece, sono disposti ad accordare maggiore fiducia in tutti i campi pubblicitari.

La situazione per il mondo dell’advertising non è delle più rosee, chissà se in futuro si troverà il modo di conquistare il cuore dei consumatori!

Fonte:

Angela Pace